Torna a Eventi FPA

partner

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI


E' partner di

lunedì, 9 Maggio 2011

11:00
11:30

Viva l’Italia: 1861-2011 150 anni di storia unitaria[lab.111]

Come stiamo celebrando I 150° anni dell’Unità d’Italia all’estero? Ambasciate, Consolati e Istituti di Cultura stanno organizzando numerosissime iniziative che verranno illustrate in questa officina, in cui racconteremo anche come nascono e si sviluppano le iniziative di promozione culturale all’estero e come queste iniziative “viaggiano” da una all’altra delle 330 sedi della rete diplomatico consolare italiana nel mondo.

lunedì, 9 Maggio 2011

11:45
12:15

“Missione Italia”: la diplomazia nella storia del Paese[lab.112]

Un’ esposizione che raccoglie copie di alcuni documenti “simbolo”  di momenti fondamentali nella storia del nostro Paese presentata per la prima volta al grande pubblico. Sarà l’occasione per rendere nota al pubblico l’attività dall’Archivio storico diplomatico e la vastità del  patrimonio documentale  originale ivi custodito oltre al ruolo importante svolto dalla diplomazia  nella costruzione e nello sviluppo della vicenda unitaria. 

lunedì, 9 Maggio 2011

12:00
12:30

L’archivio informatico degli accordi internazionali.[lab.113]

Il Ministero degli Esteri è depositario degli Accordi internazionali bilaterali e gli Accordi multilaterali, la cui firma è avvenuta in Italia. Dal marzo 2010, il Servizio per gli Affari Giuridici, del Contenzioso Diplomatico e dei Trattati del Mae  ha avviato l'inserimento degli Accordi internazionali ratificati dall’Italia, in formato elettronico ed in ordine cronologico sulla banca dati ITRA (Archivio dei Trattati Internazionali online).

A quasi un anno dall'avvio del processo di digitalizzazione sono oggi disponibili in formato pdf circa tremila testi di accordi risalenti al 1984.

Uno strumento di particolare interesse per i ricercatori nel campo giuridico e delle relazioni internazionali, per il mondo accademico, per notai e pubblici ufficiali, per gli imprenditori italiani interessati ad investire all'estero e stranieri che intendono investire in Italia, oltre che per tutti gli operatori economici, interessati agli accordi sulla doppia imposizione e sulla protezione degli investimenti.

Banca dati ITRA :http://itra.esteri.it/itrapgm/.

lunedì, 9 Maggio 2011

15:00
16:00

“Caffè Letterario”: la diplomazia vista attraverso la penna del diplomatico[lab.110]

Il diplomatico nasce con la penna in mano, strumento che lo accompagna non solo per tutta la vita professionale ma anche in momenti di vita privata attraverso la pubblicazione di memorie, saggi storici, romanzi, poesie e altri libri di vario genere.

In questa officina il Min. Plenipotenziario Stefano Baldi, coautore del libro “La penna del diplomatico” (Franco Angeli editore),  presenterà ed analizzerà i libri che sono stati pubblicati dai diplomatici italiani dal dopoguerra ad oggi, mettendo in risalto la capacità di raccontare situazioni e personaggi grazie alla poliedricità che contraddistingue questa professione.

Saranno inoltre presi in esame i rapporti fra diplomazia e letteratura ripercorrendo in particolar modo le tappe in cui questi due campi, apparentemente distinti e separati, si intrecciano dando vita ad un binomio inaspettato ed indirizzato a tutti coloro che vogliono conoscere più da vicino il mondo della diplomazia italiana.

martedì, 10 Maggio 2011

11:00
12:00

Rinnovarsi per crescere. La riforma della Farnesina[lab.114]

Sicurezza, globalizzazione, promozione del sistema Paese, ma anche nuovi metodi di lavoro, innovazione e attenzione alla sostenibilità ambientale: la Farnesinaripensa il proprio assetto ed il proprio stile, con l’obiettivo di dotarsi di un’organizzazione più vicina alle esigenze dei cittadini e del mondo delle imprese ed in grado di rispondere meglio alle sfide del mondo contemporaneo. Un articolato progetto di riforma che, pur abbracciando vari settori, si caratterizza per una finalità comune: adeguare strutture, prassi e mentalità per cogliere prima degli altri le numerose opportunità che una realtà internazionale fluida ed in continua evoluzione offre al nostro Paese. Una visione del cambiamento e del Ministero degli Affari Esteri del domani, che trova espressione nelle varie iniziative adottate:

  • La Riforma delle strutture dell'Amministrazione centrale del MAE;
  • La razionalizzazione della rete diplomatico-consolare e delle scuole italiane all’estero;
  • L'innovazione ed i metodi di lavoro;
  • L'attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e del benessere organizzativo.

martedì, 10 Maggio 2011

11:45
12:15

Visti di ingresso: Web Based Training[lab.115]

L’ingresso degli stranieri in Italia e nello Spazio Schengen è un tema di importanza strategica per il Paese, che richiede la massima efficienza da parte della nostra rete diplomatico-consolare. Per questo motivo, il Ministero degli Esteri ha realizzato un corso interattivo destinato agli operatori degli Uffici visti, disponibile on-line per tutte le Ambasciate e i Consolati.

Il corso, con una grafica semplice, intuitiva, di impatto immediato, è concepito come uno strumento agile a misura di ciascun utente. E’ uno strumento interattivo, con simulazione di casi specifici e con test mirati alla verifica delle conoscenze acquisite.

La messa in rete del corso e l’utilizzo del portale informatico permettono di avere a disposizione uno strumento continuamente aggiornabile e sempre consultabile degli operatori.

martedì, 10 Maggio 2011

12:30
13:15

La cooperazione rafforzata tra Governo e Regioni in materia di attività internazionali[lab.116]

Le attività estere delle Regioni alla luce dell’esperienza maturata con la Leggen. 131/2003 (c.d. La Loggia). Qual è la situazione attuale? Quali sono le prospettive degli accordi sottoscritti dagli enti territoriali e le modalità di utilizzo dei due principali strumenti applicativi previsti dall’Intesa Governo-Regioni in materia di attività internazionali, del 18 dicembre 2008: il Tavolo di concertazione permanente e la Bancadati?

Queste le tematiche al centro dell’Officina che ha come obiettivo anche quello di valutare l’utilizzo di questi strumenti in relazione alle principali aree di attività previste dall’Intesa:

-          lo scambio di informazioni tra MAE/DAR/MISE e Enti territoriali

-          le iniziative promozionali

-          le  attività di cooperazione decentrata promosse dagli enti coinvolti

-          la formazione dei funzionari ministeriali e regionali.

 

Due le presentazioni:

Professor Mario De Donatis: Esperienze e prospettive degli atti pattizi delle Regioni italiane

Consigliere Mario Panaro: Un metodo di lavoro condiviso tra Governo e Regioni attraverso il Tavolo di concertazione dell’Intesa del 18 dicembre 2008

Avvocato Andrea Ciaffi: La banca dati sulle attività internazionali: dal progetto alla realizzazione

martedì, 10 Maggio 2011

14:30
15:30

Expo di Yeosu – La partecipazione italiana[lab.254]

L’Expo di Yeosu sarà incentrata sul tema “Coste e Oceani che vivono – Diversità di risorse e attività sostenibili” e vedrà la partecipazione di circa cento paesi, dieci organizzazioni internazionali e numerose imprese multinazionali. Oltre otto milioni i visitatori previsti. Dal 12 maggio al 12 agosto, l’expo affronterà temi come la salvaguardia dell’ecosistema marino e la scarsità di risorse, proporrà nuovi equilibri tra scienza e natura, approfondirà il tema della competizione per lo sfruttamento degli oceani. Sarà un’occasione per ragionare su una nuova e condivisa cultura del mare. L’Italia vuole giocare un ruolo da protagonista e, a tale scopo, verrà allestito il Padiglione Italia, nel quale le nostre imprese avranno modo di mettere in mostra il meglio del made in Italy.

martedì, 10 Maggio 2011

15:30
16:00

Digitalizzazione e pubblicazione on-line dei Decreti di limitazione funzioni dei funzionari consolari onorari d’Italia nel Mondo[lab.117]

Chi sono i consoli onorari d’Italia? Dove sono e cosa fanno?
A breve sarà possibile trovare le riposte a queste domande consultando un unico archivio informatico sul portale del MAE www.esteri.it. contenente tutti i decreti di limitazione delle funzioni consolari (c.d. “d.l.f.”) dei titolari degli Uffici onorari italiani nel mondo.

Fino ad oggi il contenuto di questi decreti veniva pubblicato solo nella Gazzetta Ufficiale ed potevano essere consultati solo per 60 giorni successivi alla pubblicazione.

La disponibilità dei decreti sul portale web della Farnesina (dopo la pubblicazione in GU) ne consente invece la piena fruibilità e rende possibile per gli utenti conoscere con immediatezza i servizi che ciascun Ufficio onorario fornisce al cittadino all’estero e quali sono esattamente le funzioni amministrative assegnate ad ogni titolare dei circa 400 Uffici consolari onorari distribuiti nei cinque continenti.

martedì, 10 Maggio 2011

16:00
16:30

Innovazione della rete diplomatico-consolare: SIBI il nuovo portale dell’autonomia gestionale e finanziaria degli uffici all’estero .[lab.118]

Dal 1 gennaio 2011 per tutte le sedi della rete diplomatico- consolare all’estero è in vigore il nuovo modello di gestione  contabile e finanziaria. Il D.P.R. 1 febbraio 2010, n. 5 riconosce ad Ambasciate e Consolati autonomia gestionale e finanziaria, con l’intento di dotare le sedi di un modello di gestione amministrativa e contabile innovativo e flessibile, che permetta l’allocazione ottimale delle risorse in linea con le politiche di razionalizzazione della spesa della PA e con i principi di efficacia, efficienza  e semplificazione dell’azione amministrativa. L’officina illustra questo nuovo sistema, incentrato sul bilancio di sede e gestito dagli Uffici all’estero e dall’Amministrazione centrale e presenta S.I.BI., il portale di contabilità integrata che supporta tutte le fasi del processo amministrativo-contabile  ed è  in grado di colloquiare con i sistemi informativi degli Organi di controllo (MEF e C.d.C.). Il portale, progettato in una prospettiva evolutiva, è strutturato per recepire le innovazioni in materia di bilancio, contabilità e sistemi di controllo delle amministrazioni pubbliche

mercoledì, 11 Maggio 2011

10:15
10:45

La carriera nelle organizzazioni internazionali[lab.139]

Quali sono le opportunità di lavoro nelle Organizzazioni Internazionali? Come e attraverso quali meccanismi di reclutamento è possibile accedervi? In che modo il Ministero degli Affari Esteri può fornire utili informazioni? In questa officina, anche grazie alla presenza di un rappresentante dell’Associazione Funzionari Italiani presso le Organizzazioni Internazionali) risponderemo a queste domande.

mercoledì, 11 Maggio 2011

14:00
14:30

L’attivita’ dei giovani professionisti all’estero: l’esperienza del Pib di Boston[lab.141]

Dopo il convegno “Costruire una rete di reti - Il “networking” come elemento di sviluppo e promozione del sistema Italia”, organizzato dal MAE nel corso della mattinata, prosegue presso lo stand l’approfondimento degli argomenti trattati, iniziando con l’illustrazione della nascita, delle attività e dell’evoluzione del PIB di Boston.

Il Gruppo dei Professionisti Italiani sorto nella città americana nel 2009, anche su impulso del Consolato italiano, è raccontato dal suo coordinatore, Giovanni Abbadessa.

Il PIB nasce con l’obiettivo di valorizzare l’attività e le esperienze dei giovani professionisti italiani attivi nell’area di Boston, provenienti dal mondo dell’industria, della ricerca, dell’imprenditoria e dell’arte per incoraggiare collaborazioni con altri gruppi italiani dentro e fuori Boston e di aggregare i professionisti presenti nell’area, e per promuovere il valore dell’italianità anche attraverso l’organizzazione di eventi culturali aperti a tutta la comunità italiana di Boston.

mercoledì, 11 Maggio 2011

14:30
15:00

Tra ricerca ed imprenditoria. La testimonianza della Associazione BAIA (Business Association Italy America) nella Silicon Valley[lab.140]

Dopo il convegno “Costruire una rete di reti - Il “networking” come elemento di sviluppo e promozione del sistema Italia”, organizzato dal MAE nel corso della mattinata, prosegue presso lo stand l’approfondimento degli argomenti trattati.

L’Associazione BAIA è un ottimo esempio di come ricercatori ed imprenditori italiani all’estero possano costituire un punto di riferimento ed una risorsa per l’Italia.

BAIA, Business Association ItalyAmerica, nasce nel 2006 aSan Francisco come organizzazione no profit californiana e, in seguito si sviluppa attraverso la creazione di un’associazione italiana – BAIA Italian Chapter- con l’obiettivo di istituzionalizzare i rapporti tra le due sponde dell’Atlantico.

L’associazione si rivolge ad imprese, singoli imprenditori o liberi professionisti che desiderano avviare o espandere la propria attività in California e negli Stati Uniti.

Nel corso dell’Officina verrà  presentata BAIAbase, un nuovo database in spirito Web 2.0 che faciliterà i rapporti d’affari fra Italia e Stati Uniti in linea con  l’obiettivo di BAIA  di favorire la diffusione di una cultura imprenditoriale aperta al rischio e basata sull’innovazione tecnologica o di prodotto, sulla protezione della proprietà intellettuale e sulla collaborazione tra imprese e mondo della ricerca.

mercoledì, 11 Maggio 2011

15:00
15:30

Iniziative del MAE a favore dell’internazionalizzazione del sistema universitario italiano, borse di studio e scambi giovanili[lab.142]

Le relazioni culturali rivestono un’importanza fondamentale nella promozione del “sistema Italia” all’estero. La recente riforma del MAE ha confermato questo ruolo strategico, creando la Direzione Generaleper la Promozionedel Sistema Paese. Struttura chiave nella nuova architettura ministeriale, la DGSPutilizza vari canali per la diffusione delle eccellenze economiche, scientifiche e culturali italiane. Uno dei mezzi di promozione più efficaci è il canale universitario. In tale ambito si esplica l’attività dell’Ufficio VII DGSP i cui compiti principali sono: incoraggiare l’internazionalizzazione delle Università italiane; favorire l’attrazione di studenti stranieri anche attraverso i programmi di borse di studio del MAE; consolidare i rapporti interculturali attraverso iniziative di scambio giovanile.

La presentazione, dopo avere inquadrato l’Ufficio VII DGSP all’interno della nuova struttura organizzativa del MAE, ne descrive brevemente le principali attività e fornisce una panoramica delle opportunità di studio e formazione offerte

mercoledì, 11 Maggio 2011

15:30
16:00

La carriera diplomatica e le altre professionalità del MAE[lab.143]

Ambasciatori si diventa ma la strada è lunga e difficile. La carriera diplomatica è un sogno per molti giovani ma non è l’unica opportunità professionale offerta dal Ministero Affari Esteri ogni anno. Le modalità di accesso e le funzioni svolte  per ciascun percorso al centro dei lavori di questa Officina con un focus particolare sulla carriera diplomatica.

mercoledì, 11 Maggio 2011

16:00
16:30

L’attività ed esperienza degli Esperti Nazionali Distaccati (END) presso le Istituzioni Europee.[lab.144]

Chi sono  e cosa fanno gli Esperti Nazionali Distaccati (END) italiani presso le istituzioni dell’Unione Europea?

Questa officina illustra il profilo di questi professionisti, generalmente provenienti da amministrazioni o enti pubblici italiani, distaccati presso le  istituzioni dell’UE per massimo 4 anni per finalità connesse con il loro mandato. Si parla anche del ruolo del Ministero degli Affari Esteri e dell’Associazione che li rappresenta (CLENAD – Sezione Italiana) per dar vita a un’efficace collaborazione  al fine di valorizzare al massimo le potenzialità dell’istituto del distacco di professionisti italiani del settore pubblico presso l’Unione Europea, anche nella prospettiva del loro rientro in Italia

mercoledì, 11 Maggio 2011

16:30
17:00

La carriera nelle istituzioni europee e il nuovo Servizio Europeo per l’Azione Esterna (SEAE)[lab.145]

Come si accede alle Istituzioni Europee? E cos’è il SEAE? In questa officina vediamo l’attività del Ministero degli Affari Esteri che è impegnato, in particolare attraverso attività di informazione, nel favorire l’accesso dei candidati italiani alle carriere nelle istituzioni dell’Unione Europea.

L’avvio nel 2010 di un nuovo tipo di concorsi per la selezione del personale dell’UE richiede una messa a punto dei percorsi di preparazione dei candidati. In prospettiva, il Servizio Europeo per l’Azione Esterna, embrione di una politica estera comune, divenuto operativo il 1 gennaio 2011, rappresenta un’ulteriore opportunità di sbocco professionale per i candidati italiani.

mercoledì, 11 Maggio 2011

17:00
17:30

I tirocini di formazione al Ministero degli Esteri: come scegliere il percorso formativo più idoneo tra le offerte del bando MAE – CRUI. Un aiuto dalla rete: il portale dell’Istituto Diplomatico[lab.138]

L’officina mette in luce le possibilità che gli studenti hanno di cercare l’offerta di tirocinio più idonea al proprio percorso di formazione tra le molte presenti sul bando MAE-CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane)X. A tale scopo, il portale dell’Istituto Diplomatico, consultabile in rete, offre nella sezione dedicata al programma di tirocini tutte le informazioni necessarie per consentire allo studente una scelta consapevole e adatta alle sue caratteristiche e interessi culturali.

giovedì, 12 Maggio 2011

11:00
12:00

I servizi dell’unita’ di crisi per gli operatori pubblici e privati all’estero[lab.147]

L’Unità di Crisi della Farnesina presenta la sua attività si assistenza e tutela al servizio di cittadini. In questa officina una particolare attenzione è dedicata ai servizi di informazione e prevenzione e all’azione di sensibilizzazione circa la segnalazione della propria presenza all’estero dei funzionari della PA e degli operatori della Cooperazione allo Sviluppo.

giovedì, 12 Maggio 2011

12:00
13:00

Attività di sostegno nelle aree di crisi, con particolare riguardo alla formazione dei funzionari delle pubbliche amministrazioni: il caso Afghanistan[lab.146]

Lo sviluppo delle capacità della pubblica amministrazione riveste un’importanza cruciale per il successo del processo di transizione in Afghanistan e per la responsabilizzazione delle istituzioni afgane. Ciò, sia per rendere le autorità centrali e locali in condizione di assicurare, nel rispetto dei basilari principi di buona amministrazione, la più ampia ed equa fruizione dei servizi pubblici, sia per rafforzarne la legittimità e l’accettazione da parte dei cittadini afgani.Le attività di institution building contribuiscono inoltre al processo di empowerment delle donne all’interno della funzione pubblica afgana.

L’Italia, attraverso la Cooperazioneallo Sviluppo del MAE, ha potenziato il proprio intervento nella governance, incrementando il contingente di esperti in loco, mettendo a disposizione la propria expertise in materia di formazione della pubblica amministrazione e contribuendo ai programmi nazionali per la governance ed il capacity building,

La crescente attenzione al tema trova conferma nell’assistenza offerta da alcuni atenei italiani (Università di Genova e Firenze) all’amministrazione provinciale di Herat, nella collaborazione assicurata dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione per la formazione dei quadri della PA afgana e nella prosecuzione delle attività della Guardia di Finanza.

Per quanto riguarda un altro settore qualificante del nostro impegno in Afghanistan, vale a dire la giustizia e lo stato di diritto, abbiamo reso possibile la creazione di una Scuola di Magistratura; la stesura di un codice di procedura penale; la realizzazione di moderne strutture detentive, senza dimenticare l’assistenza prestata alle autorità afghane nella redazione del piano nazionale per la giustizia (National Justice Programme).

In tale quadro, la CooperazioneItalianaallo Sviluppo ha finanziato recentemente due iniziative di formazione rivolte a funzionari della PA afgana (diplomatici e funzionari dell’amministrazione centrale), in collaborazione e con il coinvolgimento della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (SSPA) e con l’Università di Roma Tor Vergata.

giovedì, 12 Maggio 2011

14:30
15:30

Expo di Venlo – La partecipazione italiana[lab.255]

Le esposizioni internazionali orticole, che si svolgono ogni dieci anni, sono importanti manifestazioni espositive del settore florovivaistico e orticolo. L’edizione Floriade 2012 si terrà a Venlo, da aprile a ottobre. Tema: “Essere parte del teatro della natura, avvicinarsi alla qualità della vita”. Sarà un appuntamento di ampio respiro internazionale, con oltre cento Paesi partecipanti e più di due milioni di potenziali visitatori. L’Italia, che vanta una posizione di eccellenza nel campo della floricoltura e dell’orticoltura, è alla sua prima partecipazione ufficiale ad un’Esposizione internazionale ortofloreale. Sarà un’occasione privilegiata per avere una vetrina internazionale e un fondamentale strumento promozionale per il nostro sistema produttivo di settore. Settore che – nelle sue diverse declinazioni - è attualmente un volano essenziale per l’economia.

Torna alla lista dei Partner