Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:00 a 17:30

NORMATTIVA PER LA SOCIETA' APERTA: riflessioni sull’informazione giuridica, diritti di cittadinanza e qualità dei servizi [ PA.07 ]

(in collaborazione con DAGL PCM)

Il Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi ha curato, con il coordinamento del Ministro per la semplificazione normativa, in collaborazione con la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica e con l'apporto della Corte di Cassazione, la realizzazione del progetto Normattiva di informatizzazione e di classificazione della normativa statale vigente, che costituisce  un punto di accesso pubblico e gratuito ai provvedimenti normativi statali vigenti, attraverso il sito www.normattiva.it.

Nel corso dell'incontro saranno illustrate le funzionalità, le caratteristiche e le evoluzioni della banca dati Normattiva che permette di consultare tutti gli atti normativi primari e secondari numerati ed originati dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana dal 1946 ad oggi. La Tavola rotonda ha inoltre l'obiettivo di facilitare un confronto tra esponenti delle Istituzioni, della Pubblica amministrazione, del mondo accademico, della ricerca informatica e del settore privato, sul servizio reso da Normattiva e l'impatto sul mercato, sull'economia e sui servizi, finalizzato alla comprensione dei mutamenti in atto della Pubblica amministrazione, conseguente ai recenti processi di riforma, ma anche in vista di possibili futuri ulteriori interventi per una PA più trasparente in grado di mettere a disposizione, in formato aperto, le informazioni ed agevolare la conoscibilità delle leggi.

Programma dei lavori

Introduzione

Zucchelli
Normattiva in prospettiva

  Il Capo Dipartimento Zucchelli introduce l’iniziativa Normattiva spiegando la filosofia che la anima: mettere a disposizione del cittadino tutte le norme esistenti, perché se si conoscono le leggi si vive meglio. Per capire i testi, dice Zucchelli, non bisogna semplificare il linguaggio rischiandone l’impoverimento semantico e l’ambiguità, ma bisogna fornire strumenti interpretativi. Il DAGL della PCM ha ricevuto per questo l’incarico di costruire un altro portale che offra le note e i commenti necessari per una comprensione effettiva delle leggi al di là della conoscenza formale dei testi normativi. 

Claudio Zucchelli Capo Dipartimento per gli Affari giuridici e legislativi - Presidenza del Consiglio dei Ministri Vedi atti

Atti di questo intervento

01_pa09_zucchelli_claudio.mp3

Chiudi

Storto
Accessibilità, chiarezza e intellegibilità delle fonti

 Alfredo Storto sottolinea il ruolo importante avuto dal Ministro per la Semplificazione Normativa nella realizzazione del portale Normattiva. Dopo aver sottolineato i meriti del progetto - completezza e aggiornamento sistematico, affidabilità, assenza di oneri, accessibilità – Storto affronta la prospettiva necessaria di una riduzione del numero delle fonti e di redazioni che superino i problemi di incrostazioni lessicali, sovrapposizioni, combinati disposti. Compiti che, naturalmente, non spettano ai gestori di banche dati, ma  a chi le leggi le deve scrivere.

Alfredo Storto Capo Ufficio Legislativo del - Ministro per la semplificazione normativa Vedi atti

Atti di questo intervento

02_pa07_storto_alfredo.mp3

Chiudi

Intervengono

Pastore
Decreto Taglialeggi e Normattiva, due strumenti per la buona legislazione

 Il Presidente Pastore illustra le relazioni tra il Decreto Taglialeggi e Normattiva, due iniziative parallele che insieme possono dare un contributo fondamentale alla better regulation. Pastore sottolinea anche i valori aggiunti di Normattiva rispetto alle altre banche dati: oltre all’affidabilità totale, essa permette anche collegamenti ufficiali con le banche dati di Camera, Senato, e soprattutto con il DAGL della PCM, organo di vocazione esecutiva, ma che in questo momento rappresenta il massimo produttore di norme. In conclusione, Pastore raccomanda un’attenzione particolare alla questione della manutenzione della banca dati: una responsabilità che spetta principalmente al Parlamento e al Governo.

Andrea Pastore Presidente - Commissione Bicamerale per la Semplificazione Legislativa Vedi atti

Atti di questo intervento

04_pa07_pastore_andrea.mp3

Chiudi

Zaccaria
Normattiva e attività di riordino normativo

 L’attuale qualità del prodotto normativo, avverte Zaccaria, confligge su più fronti con il modello creato e auspicato con il progetto Normattiva.  Se le due funzioni di Normattiva sono quelle di fornire conoscenza al cittadino ed essere strumento per l’attività di riordino normativo, sul secondo aspetto si è fatto meno che sul primo. Ciò è accaduto – dice Zaccaria – a causa dell’incrocio dei diversi orientamenti normativi che si sono applicati all’iter del Decreto Taglialeggi  e che hanno portato nel tempo anche a preoccupanti accelerazioni semplificatorie. 

Roberto Zaccaria presidente Comitato per la Legislazione - Camera dei Deputati Vedi atti

Atti di questo intervento

06_pa07_zaccaria_roberto.mp3

Chiudi

Mazzei
L’implementazione di Normattiva

 Il Presidente Mazzei illustra la funzione dell’Istituto Poligrafico nella creazione e manutenzione di Normattiva aprendo alle sue prospettive di sviluppo. Se da una parte il portale potrebbe essere utilizzato in maniera anticipativa, guardando alle modifiche subite dai provvedimenti per ottimizzare i metodi di produzione normativa, dall’altra la creazione di motori semantici che aiutino la ricerca per concetti può aiutare a categorizzare gli atti anche per un successivo confronto con la normativa europea.

Roberto Mazzei Presidente - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Vedi atti

Atti di questo intervento

08_pa07_mazzei_roberto.mp3

Chiudi

Ferranti
Normattiva nella mission dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

 Ferruccio Ferranti presenta l’articolato processo che ha portato l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato a trasformarsi da azienda tipografica ad azienda infotelematica specializzata in soluzioni garanti di tracciabilità e certificazione dei prodotti. Proprio per questa sua vocazione, l’Istituto ha assunto con entusiasmo l’incarico di diminuire la distanza che c’è tra la Pubblica Amministrazione, il cittadino e le imprese realizzando Normattiva, strumento che consente un’interpretazione delle norme certificate come vigenti nel preciso momento della consultazione.

Ferruccio Ferranti Direttore Generale - CSI Piemonte Biografia Vedi atti

Ferruccio Ferranti è stato nominato Direttore Generale del CSI-Piemonte il 10 ottobre 2013.
È nato a Roma nel 1957 ed è laureato in Scienze Politiche e Sociali. Dal 1977 al 1999 ha lavorato presso multinazionali statunitensi: Playtex ed Amdahl (1977-1981), Storage Technology Italia (1981-1999), con incarico di Consigliere di Amministrazione o Direttore amministrativo e finanziario, e poi di Consigliere Delegato e Direttore Generale.
Nel 1999 è stato advisor del Consiglio di Amministrazione di Lombardia Informatica e successivamente Direttore generale di Lombardia Integrata Servizi Infotelematici per il territorio, alla guida del progetto di ricerca e sperimentazione infotelematico Carta Regionale dei Servizi – SISS.
Dal 2002 al novembre 2005 è stato Amministratore Delegato di Consip, dal 2005 al gennaio 2007 è stato Amministratore Delegato di Sviluppo Italia e dal gennaio 2007 a dicembre 2007, incaricato dalla Regione Lombardia e da Lombardia Informatica, ha curato lo start up della Centrale Acquisti regionale ed è stato componente del comitato strategico regionale.
Dal settembre 2007 a dicembre 2010 è stato Consigliere Delegato di Sviluppo Sistema Fiera e dal settembre 2009 ad agosto 2011 è stato Amministratore Delegato dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, conseguendo importanti risultati sia in termini economici che di trasformazione e innovazione (trasferimento dell’Officina Carte Valori dallo storico sito di Piazza Verdi a Roma, in Via Salaria).
È stato Consigliere di amministrazione presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. (Roma) ed è attualmente Consigliere di amministrazione presso IULM (Libera Università di Lingue e Comunicazione) (Milano) e presso la Fondazione Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori (Roma); è inoltre impegnato in iniziative di solidarietà sociale e culturali.

Chiudi

Atti di questo intervento

09_pa07_ferranti_ferruccio.mp3

Chiudi

Fioroni
Genesi, sviluppo e peculiarità di Normattiva 1/2

 Mauro Fioroni e Valerio Di Porto, in un intervento congiunto, presentano l’excursus storico che ha portato – dai primi passi del 1996 (quando la Camera dei Deputati e il Senato aprirono i loro siti) ad oggi – le leggi italiane ad essere sempre più presenti su internet. Concentrandosi poi sul portale Normattiva, Fioroni e Di Porto – che sono Componenti del Comitato Tecnico-Scientifico del Progetto - ne ricostruiscono la genesi e ne spiegano l’articolazione, illustrandone anche i collegamenti con banche dati e siti esterni. 

Mauro Fioroni Direttore Servizio informatica - Senato della Repubblica Biografia Vedi atti

Laureato in Ingegneria elettonica a Roma nel 1982.

Dal 1984 al 1986 ha lavorato nel settore privato (Soc. Datamat e Auselda) su progetti di Office Automation in ambiente Unix tra cui il Progetto Borsamat di automazione della Borsa di Milano.

Dal 1986 lavora al Servizio Informatica del Senato principalmente nel settore dello sviluppo applicativo. Segue da allora le fasi di studio, fattibilità, analisi e sviluppo delle principali banche dati del Sistema Informativo Parlamentare del Senato. Dal 1995 ha seguito la progettazione e la realizzazione del sito Internet e del Portale Intranet del Senato e, in collaborazione con la Camera, del sito Parlamento.

Ha collaborato per il Senato a molti progetti interistituzionali, tra cui il progetto Normattiva con la Presidenza del Consiglio e la Camera, per la messa in rete della banca dati pubblica della normativa vigente.

Fino al Giugno 2010 ha diretto l'Ufficio Strumenti e tecnologie informatiche con vari incarichi relativi ai servizi Internet/Intranet del Senato, alla sicurezza ICT, all'E-learninge e all'integrazione con l'ICT Camera.

Dal luglio 2010, in qualità di Consigliere anziano, e dal 2014 come Direttore, è responsabile del Servizio Informatica del Senato: in tale veste coordina la predispozione con gli Uffici della relativa pianificazione strategica, con particolare attenzione all'ottimizzazione delle risorse informatiche (anche in relazione alle previste integrazioni con la Camera), ai sistemi di virtualizzazione e di Cloud Computing, ai servizi Open Dataed all'uso dei Social e Civic Media in ambito parlamentare .

Chiudi

Di Porto
Genesi, sviluppo e peculiarità di Normattiva 2/2

 Mauro Fioroni e Valerio Di Porto, in un intervento congiunto, presentano l’excursus storico che ha portato – dai primi passi del 1996 (quando la Camera dei Deputati e il Senato aprirono i loro siti) ad oggi – le leggi italiane ad essere sempre più presenti su internet. Concentrandosi poi sul portale Normattiva, Fioroni e Di Porto – che sono Componenti del Comitato Tecnico-Scientifico del Progetto - ne ricostruiscono la genesi e ne spiegano l’articolazione, illustrandone anche i collegamenti con banche dati e siti esterni. 

Valerio Di Porto Coordinatore Osservatorio legislativo e parlamentare - Camera dei Deputati Vedi atti
Lubrano
Quali garanzie nel progetto Normattiva?

 

Filippo Lubrano elogia il lavoro utilissimo che ha portato al portale Normattiva, e che potrebbe permettere di bypassare tutto quel lavoro di ricostruzione della norma vigente nel momento della consultazione a cui sono costretti i professionisti del settore. Il condizionale è però d’obbligo, perché non è ancora chiaro – sottolinea Lubrano – quali siano le garanzie e le conseguenti responsabilità legate alla certificazione di vigenza o multivigenza delle leggi. Il file audio contiene la risposta del Capo Dipartimento Zucchelli.

Filippo Lubrano Avv. Segretario - Società italiana avvocati amministrativi Vedi atti

Atti di questo intervento

13_pa07_lubrano_filippo.mp3

Chiudi

Panucci
Normattiva: il punto di vista delle imprese

 Confindustria dà un giudizio assolutamente positivo su Normattiva, ma la dr.ssa Panucci ne approfitta per sottolineare che per le imprese la normativa regionale è il vero buco nero della legislazione italiana. Necessiterebbero quindi anche interventi in questo senso, oltre che iniziative mirate al secondo aspetto critico da rilevare, quello della nuova produzione normativa: un panorama molto disordinato anche a causa dell’utilizzo della decretazione d’urgenza e della mancanza di una seria valutazione qualitativa ex ante.

Marcella Panucci Direttore Generale - Confindustria Biografia Vedi atti

Nata a Vibo Valentia nel 1971, è coniugata e ha due figlie.

Si è laureata in Giurisprudenza con lode nel 1994 presso l'Università Luiss Guido Carli. Nel 1999 ha perfezionato gli studi allo University College of London nell'ambito del programma di ricerca "The Role of Economics in EC Competition Law".
Nel 2004 ha conseguito il Dottorato di ricerca in "Disciplina della libertà della concorrenza" presso l'Università di Perugia.

La sua carriera professionale in Confindustria inizia nel 1995 e prosegue fino al 2011, intervallata da un'esperienza presso la Commissione europea a Bruxelles nella Direzione Generale Concorrenza. Nominata nel 2001 dirigente nell'Area Finanza e Diritto d'Impresa, dal 2005 al 2008 è Direttore del Nucleo Affari Legali e Diritto d'impresa e diventa, nel 2009, Direttore dell'Area Affari Legislativi.

Ha rappresentato Confindustria in molte sedi istituzionali a livello nazionale e internazionale, partecipando a Comitati e Commissioni istituiti, tra gli altri, dai Ministeri della PA e della Semplificazione, dell'Economia e delle Finanze, della Giustizia, da Borsa Italiana, dall'OCSE e da Business Europe.

È autrice di numerose pubblicazioni nel campo del diritto dell'economia.

Da novembre 2011 a luglio 2012 è stata Capo della Segreteria tecnica e Consigliere economico del Ministro della Giustizia Paola Severino, dove ha svolto attività istituzionali e legislative, anche presso organismi europei e internazionali (Consiglio UE, New York Stock Exchange, FMI, Banca Mondiale).

Dal 9 luglio 2012 è Direttore Generale di Confindustria.

Chiudi

Atti di questo intervento

14_pa07_panucci_marcella.mp3

Chiudi

Dona
L’accessibilità del Diritto

 Spesso, di fronte a un reclamo, un consumatore si sente rispondere “lo dice la legge” e difficilmente ha gli strumenti per approfondire i livelli di multivigenza di una norma. Il portale Normattiva – dice Donà – rappresenta un passo nella giusta direzione affinché la legge non assuma questa funzione di muro di gomma. Nel proseguio del suo intervento Donà affronta alcune problematiche relative al Codice del Consumo e alla conversione della normativa comunitaria. 

Massimiliano Dona Unione Nazionale Consumatori Biografia Vedi atti

Avvocato e giornalista pubblicista, collabora con programmi televisivi e radiofonici (Unomattina, Mi manda Raitre, Radio Monte Carlo), tiene rubriche per la carta stampata (Mark Up, Specchio Economico, Home!) e online (Today.it). È autore di numerose pubblicazioni scientifiche sul diritto dei consumatori e di alcuni saggi divulgativi tra i quali “Aggiungi al carrello. Shopping on-line: sopravvivere agli inganni e alle dipendenze del web” con la prefazione di Giovanni Pitruzzella, e “Affari Loro. Magie, trucchi e quattrini del mondo dei pacchi”, libro-inchiesta sul mondo dei giochi a premi televisivi. Insegna Gestione etica d’impresa presso la Scuola di Economia e Studi Aziendali dell’Università degli Studi Roma Tre.

È componente del “Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti” (CNCU) presso il Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ “Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave”, presso il Ministero della Salute. Per nomina governativa, dal 2011 al 2016 è stato il rappresentante italiano nel Gruppo Consultivo Consumatori (ECCG) presso la Commissione Europea.

È nella giuria di alcuni concorsi: Premio giornalistico “L’Attendibile” sull’informazione alimentare, Concorso “Marchi di Qualità Design for All” e “Italian Gamification Awards”.

Si è battuto per l’introduzione della Class-action in Italia, avvenuta con la Legge 24 dicembre 2007, n. 224 (legge finanziaria per il 2008) ed ha patrocinato in giudizio la prima azione ex art. 140-bis del Codice del Consumo accolta dai giudici italiani (Tribunale di Napoli, febbraio 2013).

Chiudi

Atti di questo intervento

15_pa07_dona_massimiliano.mp3

Chiudi

Attanasio
Normattiva: un servizio per i cittadini

 Pierfrancesco Attanasio sottolinea come un servizio quale Normattiva debba servire soprattutto ai cittadini, mentre per gli operatori del diritto ha senso che si continuino a sviluppare servizi e pubblicazioni dedicate da parte del mercato. Differenziando i target le prestazioni saranno di livello più alto e più rispondenti ai bisogni delle differenti categorie.

Pierfrancesco Attanasio AIE - Associazione Italiana Editori Vedi atti

Conclusioni

Torna alla home