Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 13:00 a 14:00

Elio Franceschelli – Oil on water. Il difficile equilibrio tra due risorse naturali [ lab.57 ]

Elio Franceschelli ha puntato la sua attenzione ormai da qualche anno sul cosiddetto "olio combusto" e ne ha fatto il protagonista di suggestive istallazioni. L'olio combusto in sè e per sè non ha alcuna qualità estetica e semmai evoca sensazioni spiacevoli di imbrattamento, scivolosità, sgradevolezza olfattiva; esso tuttavia evoca anche molte altre cose tutte riconducibili al mondo forte e positivo del lavoro meccanico e dell'industria pesante. Evoca motori che hanno girato a pieno regime per giorni e notti, officine in cui autocarri, trattori o scavatrici, come grandi animali feriti, sono stati smontati riparati e rimandati al fronte, e ancora convogli ferroviari, rotative, catene di montaggio ed altri impianti che hanno fatto per decenni da colonna vertebrale ad un'intera società...  Ma forse più che "evoca" sarebbe meglio dire "evocava"; da qualche anno a questa parte, sono ben altre immagini che subito si affacciano alla nostra mente non appena abbiamo a che vedere con combustibili, lubrificanti ed altri derivati del petrolio, sono le immagini tristi dell'inquinamento, di un pianeta che sta morendo senza che nessuno sia in grado di concepire e mettere in atto un'azione veramente efficace per evitarlo.  Lungi dal voler fare della retorica ecologista Franceschelli cerca piuttosto di farci comprendere come l'olio combusto con la sua evidenza di simbolo non vada messo genericamente sul banco degli accusati ma piuttosto chiamato a deporre sia come testimone a carico che come testimone a discarico. Ecco perchè egli cerca sempre di presentarcelo in un contesto di concreto equilibrio, in situazioni in cui bellezza  e utilità, estetica e lavoro si danno ancora la mano, ma un qualsiasi errore, un qualsiasi eccesso, potrebbe guastare tutto. Il nero dei lubrificanti esauriti continuerà ad essere un bel colore tra colori ancora più belli solo a patto che il loro accordo avvenga all'interno di un sistema protetto in cui arte e rispetto della vita trovino il giusto accordo al di là di ogni ipocrisia. (Prof. Paolo Balmas)

Programma dei lavori

Interviene

Torna alla home